IL LIFTING DEI GLUTEI, PER UN "LATO B " ... DA URLO

Oggi il cosiddetto “lato B” torna a far parlare di sé: come diceva Tinto Brass «un bel posteriore è un notevole attrattore». Alcune star internazionali hanno costruito la propria carriera intorno al loro lato B, da Jennifer Lopez a Kim Kardashian, da Beyoncè a Nicki Minaj, e sono moltissime le donne che vorrebbero essere come loro. «Il fenomeno del modellamento dei glutei sta esplodendo anche in Italia», conferma il dottor Donato Bellone, Chirurgo Estetico che opera presso due diverse strutture poliambulatoriali a Torino e a Milano. «In effetti il modellamento dei glutei ha avuto un aumento del 58% nello scorso anno secondo i dati dell'American Society for Aesthetic Plastic Surgery. L'ultima tecnica in questo campo è l'utilizzo dei fili elastici di trazione, una tecnica ambulatoriale in anestesia locale. In una mezzora di sala operatoria, i fili vengono passati nel sottocute attraverso una piccolissima incisione a livello sacrale che rimane poi nascosta e invisibile. Il sollevamento è immediato e si possono riprendere fin da subito le normali attività. Dopo alcuni giorni dall’intervento, in cui si percepirà soltanto un lieve indolenzimento, i glutei acquisteranno proiezione, volume e tonicità. Il vantaggio del posizionamento dei fili per sollevare i glutei rispetto al posizionamento delle protesi è dato dal fatto che l'intervento è in regime ambulatoriale, il paziente può riprendere fin da subito la propria vita sociale, i risultati sono immediati e si esclude qualsiasi problema di rigetto».

LINK PER VIDEO TECNICA

Il post intervento prevede l'utilizzo di una guaina compressiva, molto comoda e semplice da  portare, noi utilizziamo le guainè della ditta REVEE. Il rilassamento delle cosce ora si può trattare senza lunghe incisioni e cicatrici esteticamente rilevanti. Con la nuova tecnica di lifting micro-chirurgico il rassodamento avviene con un innovativo drill e l'eccesso cutaneo sparisce gradualmente, millimetro dopo millimetro, senza lasciare segni evidenti sulla pelle. Gambe magre, senza cellulite e adiposità localizzata.

Un importante fattore di cui tenere conto per decretare la bellezza delle gambe é senza dubbio la tonicità dei tessuti, in particolare dell'interno coscia, molto facilmente soggetto al rilassamento. Si tratta di una zona particolarmente critica destinata anche in giovane età a quella che i medici definiscono con il termine "ptosi ". Il rilassamento di questa area può avvenire per una molteplicità di cause: da un improvviso e consistente calo di peso, alla scarsa o assente attività fisica, da processi fisiologici (invecchiamento), alle forze gravitazionali che richiamano i tessuti (se poco tonici) verso il basso facendoli scendere visibilmente dalla loro sede originaria. Qualunque sia la causa, il risultato rimane lo stesso: cosce flaccide, penzolanti, destinate a provocare ad ogni passo fastidiosi sfregamenti e la facile comparsa di smagliature. La pelle in eccesso determinata da questa situazione deforma in misura più o meno notevole l'armoniosità della gamba creando degli inestetici avvallamenti. Ma come risulterebbero gli arti senza questa dismorfia? Per averne un'idea basta un dito: basta alzare di pochi centimetri appena la cute sotto l'inguine per vedere la gamba modificata in meglio nel suo profilo e assumere una forma decisamente più compatta ...in poche parole più soda.

1/4

Dr. Donato Bellone  

C.so Francia 9 Rivoli, Torino, Milano, Firenze - Tel 3357002052  donatobellone@hotmail.it  

P.I. 05727960014